Anello da Malmantile verso la val di Pesa. Sentiero 744

Il percorso inizia a Malmantile (175 m), dal parcheggio nella centrale piazza Piave. Fermata mezzi pubblici. Sulla via vecchia Pisana, la strada principale che attraversa il centro abitato, si segue fino  dove si svolta a sinistra in corrispondenza di via delle Macine. Si segue la strada in mezzo alle abitazioni per qualche decina di metri e alla prima strada a sinistra in discesa si continua e si costeggia un impianto industriale che ci lasciamo sulla destra. La strada diventa bianca e in discesa si raggiunge il fondo della piccola vallata (130 m). Si attraversa un piccolo ponte e si sale ripidamente, ma per poco, dalla parte opposta fino a immettersi su un’altra strada bianca, via di Gello dove svoltiamo a destra (150 m). La strada percorre un ampio crinale dove si aprono grandi panorami. Si segue sempre la strada bianca fino a raggiungere un gruppo di abitazioni. Via di Gello continua scendendo verso destra, ma noi restiamo a sinistra e continuiamo rimanendo sul crinale. La strada bianca termina nei pressi di un parcheggio vicino a delle abitazioni. Il percorso continua diventando strada poderale e poi sentiero vero e proprio. Si lasciano le coltivazioni con le olivete e campi e entriamo nel bosco di macchia mediterranea con querce, ginestre e lecci. Il fondo del sentiero è a ciottoli,  testimonianza di un periodo geologico quando questo terreno era il letto di un antico fiume. Si segue il sentiero che compie una svolta a sinistra e poi a destra. Attenzione alla presenza di altre tracce.  Il sentiero arriva finalmente nel fondo della piccola valle (85 m) dove si trova il torrente Borro di Gello nel quale confluisce il Borro del Lago. Il fondovalle è particolarmente ombroso, immerso tra i lecci e la vegetazione spontanea. Si segue sempre il sentiero nel fondovalle lasciando alcune tracce sulla sinistra. Attraversiamo alcuni piccoli guadi e continuiamo immersi nel bosco. Il sentiero diventa strada bianca in quanto serve un’abitazione che lasciamo in alto sulla destra. Dopo circa 300 metri dal bivio per l’abitazione, prendiamo una traccia che sale a destra (64 m). Il sentiero sale, ma poco dopo la pendenza diminuisce restando a mezza costa sopra la valle della Pesa. Sopra di noi sono presenti a cavi delle linea ad alta tensione. Seguiamo ancora il sentiero che con una discesa su fondo ciottoloso, e in corrispondenza di un impluvio voltiamo a destra in salita. Il sentiero in salita passa ai bordi di un’oliveta e poi si inserisce nella macchia di vegetazione bassa. Attraversiamo la macchia e usciamo su una radura dove seguendo il sentiero raggiungiamo l’agriturismo casa vacanze il Noce. Il percorso continua su via di Gavignano, strada bianca, che dopo circa 1,5 km si immette in via Piandaccoli.  Dopo altri 300 m raggiungiamo il bivio con la via Vecchia Pisana dove un caratteristico tabernacolo segna il bivio. Svoltiamo a destra e facendo attenzione al traffico, percorriamo la strada per circa un chilometro e mezzo raggiungendo la piazza Piave da dove siamo partiti.