Gli auguri di buona Pasqua e la newsletter del 11 aprile 2020 

In questa pagina sono riportate le notizie già pubblicate e inviate sulla newsletter arrivata il giorno 11 aprile 2020.

Chi desidera ricevere periodicamente le nostre informazioni, può iscriversi sul modulo dedicato situato in fondo alla home page del sito CAI Firenze

La salita è dura, ma la discesa non consente errori.

Le giornate di questa primavera sempre più intensa e calda con i numeri del contagio in lenta flessione sembrano aprire una luce in fondo al tunnel facendo aumentare la voglia di uscire. Non dobbiamo compiere l’errore di pensare che è tutto finito e allentare l’attenzione. L’emergenza non è ancora finita e dobbiamo ancora restare a casa.

Ricordiamo a questo proposito il messaggio del Soccorso Alpino: “Noi che andiamo in montagna lo sappiamo bene: la salita è dura, ma la discesa non consente errori. Non abbassiamo la guardia proprio
ora”.
Nel filmato si ribadisce l’importanza di astenersi dall’andare in montagna in questo particolare periodo per evitare di incorrere in infortuni, che anche se banali, potrebbero distogliere medici e infermieri dal proprio fondamentale lavoro negli ospedali.

Solidarietà senza confini.

Anche il CAI di Firenze ha espresso la solidarietà al CAI di Bergamo che ricambia, una zona particolarmente colpita dal contagio Covid-19, nella persona del suo Presidente Paolo Valoti. Il CAI di Bergamo in questi difficili giorni ha ricevuto manifestazioni di sostegno da parte di tante altre Sezioni nel segno della comunità del grande mondo del Club Alpino Italiano.
Sono giorni difficili – ha detto Paolo Valoti, ringraziando la nostra Sezione – ma ricominceremo con più entusiamo e passione. Il problema sarà capire con quale modalità ricominciare. Ora l’importante è stare bene“.

Pensiamo alla ripresa.

Intanto possiamo mettere a frutto questo tempo a casa leggendo, ascoltando musica, guardando film e studiando future escursioni. Anche noi facciamo altrettanto per offrire un nuovo programma di attività in
ambiente che ci permetta di riappropriarci dell’aria aperta svolgendo, se riusciremo e sarà possibile, anche un servizio sociale con iniziative nuove. Sulla pagina dedicata ci sono una serie di informazioni con proposte di lettura, di film da vedere e altro sempre in continuo aggiornamento.

Sui sentieri con il cuore.

L’assenza forzata e la primavera renderanno poco percorribili molti sentieri. Alla ripresa delle attività ci sarà molto da fare. Tutte le disponibilità sono ben accette. A questo proposito, possiamo annunciare che stiamo lavorando al progetto “Adotta un sentiero, adotta un tesoro”. Un progetto di grande partecipazione che è già operativo in altre aree italiane e che vogliamo adottare anche per i sentieri della nostra Sezione.

La quarta carta dei sentieri.

Speriamo di poter mandare in stampa e presentare presto la quarta carta dei sentieri della provincia di Firenze che comprende Firenze sud e il Chianti fiorentino.

Ricordiamo questi momenti con un pensiero.

Vista la particolarità del momento che stiamo vivendo e che potremmo definire epocale, facciamo a tutti un invito a scrivere qualche riflessione o scattare qualche foto Potrebbe essere un ricordo, il desiderio di una escursione o di una esperienza vissuta. Sarà un modo per condividere e ricordare questo particolarissimo periodo di inattività in ambiente e sociale. Va bene anche qualche foto particolare. Gli scritti in formato doc, per favore non troppo lunghi, o le foto potete inviare a redazione@caifirenze.it.  I più interessanti saranno pubblicati sulla rivista online.

Rinnovare l’iscrizione al CAI di Firenze

Ricordiamo che la segreteria è chiusa, ma è possibile scrivere comunque a segreteria@caifirenze.it per qualsiasi necessità. È sempre possibile rinnovare l’iscrizione con le modalità indicate nel nostro sito.

Auguriamo una serena Pasqua in salute e serenità a tutti voi, alle vostre famiglie e ai vostri cari.

A  presto insieme!

#IORESTOACASA #LEMONTAGNESONOSEMPRELA #LEMONTAGNEPOSSONOASPETTARE   #LEMONTAGNESANNOASPETTARE