Gita sezionale in Val Grande tra il Lago Maggiore la val d’Ossola partecipando alla settimana nazionale dell’escursionismo CAI 2019

dal 14 al 16 giugno 2019

Val Grande: l’area wilderness più estesa delle Alpi

La Val Grande è l’area selvaggia più vasta d’Italia ma anche museo all’aperto della passata civiltà alpina. L’abbandono di alpeggi e della pratica del disboscamento ha significato il ritorno alla wilderness: la natura diventa padrona. Ricchezza e varietà della vegetazione sono una delle attrattive maggiori, con boscaglie impenetrabili e flora “coloratissima”. Un Parco con molti segreti: timidi animali, valloni scoscesi e dirupati, acque limpidissime in gole difese da grandi pareti strapiombanti e panorami suggestivi dal Monte Rosa al Lago Maggiore. Il programma prevede tre giorni per conoscere a piedi, con il treno e con il battello gli aspetti di questa grande area delle Alpi ricca di ambienti incontaminati e anche di storia.

 

Programma:

Venerdì 14 giugno: tour intorno alla Valgrande con il trenino delle Centovalli-Vigezzina e il battello sul lago Maggiore. Partenza da Firenze ore 05:30 con le auto. Arrivo a Stresa. Prenderemo il treno FS fino a Domodossola e poi saliremo sul trenino a scartamento ridotto della Val Vigezzo (Centovalli-Vigezzina) fino a Locarno passando attraverso scenari incantevoli e panorami mozzafiato tra l’Italia e la Svizzera. La ferrovia che attraversa la Val Vigezzo in Italia e le Centovalli in Svizzera, è stata dichiarata la più bella ferrovia panoramica d’Italia. A Locarno, dopo la sosta, è previsto il rientro a Stresa con il battello sul Lago Maggiore. Trasferimento a Stresa dove saremo alloggiati al Collegio Rosmini di Stresa situato in posizione incantevole sopra il lago.

Sabato 15 giugno: escursione sui crinali della Valgrande tra Pian d’Arla, passo Folungo, Pian Vadà e il monte Zeda. Dislivello 849mt, difficoltà: E-EE. Tempo circa 7 ore. Visione della linea Cadorna, (una linea fortificata costruita prima dello scoppio della I° Guerra Mondiale con lo scopo di difendere i confini da una possibile invasione dal territorio svizzero) e degli immensi paesaggi circostanti. Possibilità, se il tempo lo permetterà, di assistere al concerto di ‘Musica in Quota’. Raduno delle componenti escursionistiche e ciclo escursionistiche partecipanti all’evento nazionale.

Domenica 16 giugno: escursione ad anello Vita di montagna e vita d’arme tra   Cheglio, Monte Carza e Viggiona. Dislivello 421 mt, difficoltà E. Tempo circa 5:30. Gita alla portata di molti, che permette di raggiungere uno dei migliori balconi naturali che si affacciano sul Lago Maggiore, godendo di continui scorci panoramici durante la salita. Rientro a Firenze previsto per le 23 circa.

Scarica il volantino

Posti disponibili 20.  Riferimenti: Alfio e Italo

Iscrizioni già aperte